Ho intervistato per voi Gennaro,uno dei primi clienti di Colle21, sin dal debutto si è affezionato alla mia azienda e ai miei prodotti.

Oggi dopo quasi 8 anni di attività ,è nata una vera amicizia tra Colle21 e Il Maestro Gennaro Zappa.

Gennaro Zappa

Italiano Doc ,precisamente del Sud

(lo specifico perché lui, come me, va fiero di esserlo).

Oggi 56 enne papà e giovane nonno di una bellissima nipotina di nome Tessa Rose .

Appassionato da sempre al mondo dei motori “auto e moto” da competizione.

Questa passione l ‘ha portato a trasferirsi a Modena, dove vive da qualche anno, per essere piu’ vicino ai motori piu’ importanti del mondo ” Ferrari e Ducati”.

Gennaro come ti sei avvicinato al mondo del modellismo?

La passione è sin da piccolo, avevo piu’ o meno “10 anni” da quando mi regalarono il mio primo Kit, quando aprii la scatola capii subito che sarebbe stata la mia passione.

Ricordo ancora il mio primo Kit é stato Un Camion cisterna FIAT 690 

Sprigiono la mia passione per i motori nel mondo del modellismo.

In tutti questi anni la passione è sempre aumentata e ricerco la perfezione,

documentandomi con libri e foto prese da me stesso nei musei ,saloni e i vari circuiti.

Gennaro Zappa

Gennaro Zappa

Cerco sempre il dettaglio per cercare di rendere piu’ realisti i miei modelli.

In questi anni ho montato piu’ di 50 kit e ogni volta che apro la scatola prima di montarla ho la stessa emozione di quando ero ragazzino.

Si Danilo ho consumato litri di  Colle21    

Gennaro ma tutti questi articoli sulle piu’ grandi riviste internazionali tipo Model Time??

Model Time by Gennaro Zappa

Model Time by Gennaro Zappa

Si non so perchè, ma esponendo i miei modellini, fotografando passo a passo tutti i vari passaggi e pubblicandoli nei vari social, le riviste si sono interessate a me.

Be Gennaro, guardando i risultati che ottienimi sembra il minimo che i tuoi modellini occupano le prime pagine delle piu’ grandi riviste a livello mondiale.

Gennaro una delle tue molteplici opere d’ arte è: LA FERRARI 126 C2 TURBO, c’ è ne puoi parlare??

La Ferrari 126 C2 turbo, è la monoposto con la quale la Ferrari ha disputato il mondiale F1 del 1982. Questa vettura dal design molto gradevole può essere considerata come la massima espressione delle wing-car, la monoposto che ha toccato l’apice tecnico dell’idea partorita a fine anni 70 da Colin Chapman, ovvero quella di trasformare le pance laterali delle auto da corsa in veri e propri profili alari rovesciati e sigillarli lateralmente con delle bandelle che sfioravano l’asfalto, in quegli anni chiamate volgarmente “minigonne”.

La Ferrari con la 126 C2 turbo è riuscita a concentrare al meglio tutti i concetti aereodinamici e telaistici, e a sposarli con il motore turbo V6 da 1500 cc, uno dei più potenti del lotto, progettato dall’Ing. Forghieri proprio per essere alloggiato nelle wing-car estremizzandone al massimo il concetto.

differenza dei miei precedenti lavori in tutti i kit, ho sempre aggiunto detail-up parts series e accessori di aziende diverse, con l’intendo di arricchire il modello di ulteriori particolari, in modo da renderlo il più reale e fedele possibile all’originale.

In questo kit, tutto quello che serve per realizzare il modello nel modo più fedele possibile è già contenuto nella scatola, in quanto la qualità dei pezzi e la ricchezza dei dettagli di un kit M.F.H è stupefacente, c’è anche da aggiungere che la casa produttrice elabora il kit facendo in modo che la scomposizione dei pezzi sia quasi uguale a quella della macchina vera, questo contribuisce senz’altro a rendere ancora più fedele il modello all’originale.

Aperta la scatola è stato subito chiaro che mi sono ritrovato di fronte ad un kit completamente diverso da quelli tradizionali, e ho quindi deciso di prestare più attenzione alle procedure preliminari per poi arrivare al risultato finale tenendo ben conto di tutti i passaggi che mi avrebbero poi portato al modello finito.

Il primo passaggio è stato quello di effettuare un accurato esame di tutti i pezzi della scatola, per poi predisporli seguendo lo schema di montaggio.

Fatto questo i pezzi vanno lavorati e a differenza dei kit in plastica, i fori sono solo segnati e vanno eseguiti del giusto diametro, subito dopo ho effettuato delle carteggiature per eliminare le bavette che si formano in fase di foratura e quelle già presenti a causa delle operazioni di stampaggio.

Si esegue poi un vero e proprio montaggio a secco di quasi tutto il modello per verificare che tutto combacia perfettamente ed eventualmente individuare le zone o i pezzi sui quali intervenire.

,

Ferrari by Gennaro Zappa

Ferrari 126 C2 Turbo by Gennaro Zappa

Ferrari by Gennaro Zappa

Ferrari 126 C2 Turbo by Gennaro Zappa

Ferrari by Gennaro Zappa

Ferrari126 C2 Turbo by Gennaro Zappa

Gennaro Zappa

Ferrari 126 C2 Turbo By Gennaro Zappa

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Ferrari by Gennaro Zappa

Ferrari 126 C2 Turbo by Gennaro Zappa

Ferrari by Gennaro Zappa

Ferrari1 26 C2 Turbo by Gennaro Zapp

 

Ferrari by Gennaro Zappa

Ferrari 126 C2 Turbo by Gennaro Zappa

Ferrari by Gennaro Zappa

Ferrari 126 C2 Turbo by Gennaro Zappa

 

 

 

 

 

Ferrari by Gennaro Zappa

Ferrari 126 C2 Turbo by Gennaro Zappa

Ferrari 126 C2 Turbo

Ferrari 126 C2 Turbo by Gennaro Zappa

Per l’ incollaggio mi sono servito della Colla Cyanoacrilata:

Colle 21  

Per quanto riguarda la colorazione del modello, in realtà i pezzi da verniciare non sono stati tanti, considerando che le F1 dell’epoca avevano tanto metallo a vista e che il kit della MFH, ha tante parti in metallo bianco sulle quali più che verniciatura ho effettuato per la maggior parte lavaggi, spazzolature e sporcature a seconda della funzione dei pezzi.

 

Ferrari 126 C2 Turbo by Gennaro Zappa

Ferrari 126 C2 Turbo by Gennaro Zappa

Ferrari 126 C2 Turbo by Gennaro Zappa

Ferrari 126 C2 Turbo by Gennaro Zappa

 

 

 

 

 

Il fondo scocca e la carrozzeria dopo un’attenta analisi effettuata tramite montaggio a secco per verificare la correttezza delle varie giunzioni, sono stati trattati con qualche piccolo ritocco di stucco (Putty tamiya), in alcune zone dove ho ritenuto opportuno, per poi dare una mano di XF-27  Black Green, al fondo vettura, verificare eventuali imperfezioni delle carteggiature per poi stendere lo strato di colore finale.

Le cosiddette “minigonne” composte da una paratia esterna e una bandella mobile al suo interno, hanno ricevuto, partendo dalle paratie esterne una mano di TS29 e una finale di TS6, mentre le bandelle le ho verniciate utilizzando l’XF-52.

Ferrari 126 C2 Turbo by Gennaro Zappa.

Ferrari 126 C2 Turbo by Gennaro Zappa.

Ferrari 126 C2 Turbo by Gennaro Zappa.

Ferrari 126 C2 Turbo by Gennaro Zappa.

 

 

 

 

 

Quello che salta all’occhio maggiormente è il telaio realizzato dal produttore interamente in metallo, al quale è bastata solo una lucidatura effettuata con pasta abrasiva (Compound Tamiya Fine).

Il motore e il cambio sono stati trattati con una leggera mano di (Fine Superface Primer White), dando una base di TS17 per poi stendere il colore definitivo realizzato con un mix di Titanium gold X-31 e Flat Aluminium XF-16 in percentuale di 3 a 1.

Asciugato il colore ho effettuato dei lavaggi mirati per evidenziare tutti i dettagli con Smoke X-19 molto diluito, infine ho fissato il tutto con un trasparente opaco da bricolage.

Particolare attenzione ha richiesto il lavoro sul gruppo scarichi-turbine, queste ultime verniciate con il TS42 e opacizzate successivamente con il trasparente opaco, mentre gli scarichi che a causa delle elevate temperature assumevano svariate sfumature di colore sono stati trattati con un colore di base TS30 mentre per realizzare le varie bruciature causate dalle fiammate ho trovato utile il set Tamiya Weathering Master D, per dare poi un lavaggio molto leggero con X19 e infine un trasparente semilucido.

Tutti i radiatori e gli intercooler sono stati primerizzati con il Superface Primer White e trattati poi con il TS17, seguito da diversi lavaggi con X19 molto diluito per cercare di mettere in evidenza il più possibile i vari dettagli. Per il sistema sospensivo ho utilizzato il TS29, per i braccetti anteriori, mentre per quelli posteriori che sono di diverso materiale, ho pensato di utilizzare il TS17 per quello superiore effettuando poi dei lavaggi, mentre per quello inferiore il TS29.

Alla carrozzeria dopo un’accurata carteggiatura prima con una carta leggermente più abrasiva fino ad arrivare

ad una 2000 passata con acqua, ho dato il fondo fine Superface Primer Pink della Tamiya per poi verniciarla con il TS8, infine prima dell’applicazione delle decal ho lucidato con i vari compound di Tamiya.

Ferrari 126 C2 Turbo by Gennaro Zappa

Ferrari 126 C2 Turbo by Gennaro Zappa

Ferrari 126 C2 Turbo by Gennaro Zappa

Ferrari 126 C2 Turbo by Gennaro Zappa

Ferrari 126 C2 Turbo by Gennaro Zappa.

Ferrari 126 C2 Turbo by Gennaro Zappa.

Ferrari 126 C2 Turbo by Gennaro Zappa.

Ferrari 126 C2 Turbo by Gennaro Zappa.

Ferrari 126 C2 Turbo by Gennaro Zappa.

Ferrari 126 C2 Turbo by Gennaro Zappa.

Ferrari 126 C2 Turbo by Gennaro Zappa.

Ferrari 126 C2 Turbo by Gennaro Zappa.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Grazie Gennaro di averci raccontato tutti questi dettagli e segreti.

Casu Danilo,Gennaro Zappa,Magali Carthalade.

Casu Danilo,Gennaro Zappa,Magali Carthalade.

Grazie per averci fatto entrare nel tuo mondo e farci vivere l’ emozione di un ragazzino di 10 anni.

Spero che ci farai rivivere queste emozioni in una prossima scatola di montaggio……. utilizzando sempre,

i prodotti Colle21

A presto

Casu Danilo

Facebook Colle21

Facebook Colle21

Instagram Colle21

Instagram Colle21

YOUTUBE COLLE21

YOUTUBE COLLE21

Cestino Colle21

Cestino Colle21

 

 

Pin It on Pinterest

Share This